Benvenuti nel mondo di Dimmi A

L’associazione di volontariato “Dimmi… A” nasce il 1 settembre 2012 ad opera di 9 genitori del Tirreno Cosentino (da Paola a Praia a Mare) per fare gruppo intorno ad un argomento di cui non si parla tanto: l’AUTISMO.

La scelta del nome della nostra associazione non è casuale, si riferisce ad una “partenza”, alla speranza che i nostri figli riescano a comunicare con il nostro mondo.

Chi siamo:

Siamo dei genitori di bambini autistici, eravamo in 9 e ora siamo in 30. Centola, Maratea, Castelluccio, Tortora, Praia a Mare, Scalea, Santa Maria del Cedro, Orsomarso, Diamante,  Paola, e persino da Avola (SR) tutti con la stessa speranza di costruire insieme dei progetti di vita per i nostri bambini.

Di cosa si occupa la nostra associazione:

questa associazione è stata fortemente voluta da noi genitori, che quotidianamente viviamo l’autismo sulla nostra pelle. Questo ci aiuta a non arrenderci mai ed è fondamentale per la riuscita dei nostri progetti. Dietro ad ogni singolo bambino ci sono delle vite, c’è la propria famiglia e dei rapporti umani. Quello che vogliamo è creare una rete di conoscenze attorno ai nostri figli che diventeranno degli adulti. Per questo è importante sviluppare contatti, insegnare loro a vivere nel mondo, a rendersi indipendenti e a creare una grande rete di rapporti sociali che accompagnino il loro percorso di vita anche quando mamma e papà non ci saranno più.  E’ inoltre fondamentale coinvolgere la scuola per favorire una maggiore inclusione nel gruppo classe e garantire il loro diritto allo studio. Diventa quindi indispensabile richiamare gli enti locali per un maggiore coinvolgimento e sostegno economico, individuare sul territorio le figure professionali che aiutino ad inserire i nostri figli in un contesto sociale sempre piu’ ampio.

Perché abbiamo bisogno del sostegno di tutti:

perché per realizzare i nostri progetti è necessario essere supportati da figure professionali con delle specifiche competenze nell’ambito delle tecniche cognitivo-comportamentali. Tali professionisti sono in grado di guidare noi genitori nell’insegnare ai nostri bambini modalità comunicative funzionali che migliorano la qualità di vita delle nostre famiglie. Ci aiutano ad affrontare e gestire le più piccole azioni quotidiane e ad incrementare le autonomie personali e sociali dei nostri piccoli (per esempio: imparare a lavarsi le mani o versare un bicchiere d’acqua, vestirsi, lavarsi, allacciarsi le scarpe, gestire il proprio comportamento a scuola, approcciarsi allo sport, al catechismo o anche semplicemente come riuscire a vivere serenamente una passeggiata con i compagni).

L’inserimento di un tutor specializzato nell’utilizzo di tecniche integrate cognitivo e comportamentali  diventa indispensabile per i nostri figli per assicurare loro una coerenza educativa in tutti i loro ambienti di vita.

E’ difficile riassumere nelle poche righe di una lettera la “mission” della nostra associazione, nata nel settembre del 2012 perché fortemente voluta da 9 genitori del tirreno cosentino, che avvicinandosi hanno deciso di rimboccarsi le maniche con l’obiettivo di creare e spianare un futuro migliore per i propri figli con bisogni speciali, bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico, che oggi hanno dai 4 agli 15 anni e che domani saranno degli adolescenti e degli adulti con un mondo da affrontare.

Le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità (http://www.snlg-iss.it), indicano il modello ABA tra i programmi intensivi comportamentali più efficaci. Gli interventi di parent training, attraverso l’erogazione di interventi implementati dai genitori ai soggetti con DSA, producono un effetto positivo sui comportamenti di comunicazione sociale dei bambini, sulla performance dei genitori e sull’interazione tra genitori e bambini.

Il nostro obiettivo è quello di realizzare progetti utili ed efficaci qui, nei luoghi dove le famiglie vivono. Scuola, sport, musica, attività ludiche e ricreative, conosciamo le diverse problematiche che l’autismo ci pone e siamo pronti ad affrontarle. I bambini speciali hanno bisogno di essere seguiti e accompagnati con servizi qualificati e interventi specializzati . Possiamo affermare che la nostra mission è creare una rete di servizi in grado di prendere in carico i bambini con sindrome autistica in modo globale.

Siamo sicuri che con il vostro sostegno i nostri progetti si realizzeranno.

“Dimmi A…” è Onlus (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) . Iscritta alla sezione provinciale del registro delle Organizzazioni di Volontariato al nr. 361 (ai sensi della L.266 del 11/08/1991, L.R. nr.18/1995 e L.R. nr.34/2002). Atto costitutivo e statuto consultabile sul sito www.dimmia.it e sulla pagina facebook.

Dimmi A.. Onlus

(il presidente) Teresa Di Marco

atto costitutivo e statuto

statuto dimmia onlus

La lettera A rappresenta l’inizio di tutto.

Così come il nostro AMORE per loro è immenso, il nostroAIUTO è indispensabile, il loro AUTISMO è espressione di un modo di essere speciale.

Obiettivi

Gli obiettivi della nostra associazione sono quelli di trasmettere messaggi reali e corretti circa le necessità di intervento sui nostri figli, nell’ambiente scolastico, nella vita quotidiana.

Mediazione

L’inserimento di un bambino autistico nella società necessita di un ”mediatore” con capacità professionali notevoli, poiché deve prima saper entrare nel suo mondo per poi tentare di accompagnarlo nel nostro mondo.

Il sogno!

Noi genitori speriamo di poter aprire diverse porte per loro: sport, catechismo, scout, musica, etc… così come succede agli altri bambini. Aiutateci a realizzare questi sogni!