Scalea, Tutto in blu per la giornata mondiale dell’autismo

Tutto in blu per la Giornata mondiale dell’autismo

giornata_mondiale_autismo

SCALEA – 2 apr. –  IL VIDEO DEL COMMISSARIO CACCAMO – Il Tirreno diventa blu. Oggi è la “giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo”. La Giornata Mondiale dell’Autismo è stata istituita dall’Onu per aprire un varco nel silenzio che attorno a questo disturbo solitamente regna e per sensibilizzare su una sindrome che compromette l’interazione sociale e la comunicazione, inficiando il comportamento, gli interessi e le attività di chi ne è colpito e di chi gli sta vicino. Secondo recenti stime, in Italia, si confrontano quotidianamente con problemi legati all’autismo circa 400mila famiglie, ma ricavare dati precisi su questa realtà composita non è semplice, data la sua ampia varietà, che può portare fino alla completa non autosufficienza.

 Si registrano varie iniziative nei centri dell’alto Tirreno cosentino. La commissione straordinaria ha deciso di aderire alla manifestazione attraverso la realizzazione di una semplice iniziativa: illuminare di blu il busto bronzeo del filosofo Gregorio Caloprese che si trova al centro dell’isola pedonale di Scalea e che sicuramente richiamerà l’attenzione di tutti coloro che si troveranno a passeggiare per il centro cittadino. L’obiettivo è: sensibilizzare l’opinione pubblica, favorendo la promozione della ricerca scientifica e la solidarietà verso le persone colpite da questa sindrome. Negli scorsi anni sono stati illuminati di blu Torre Talao e il palazzo di città.

L’INTERVENTO DEL COMMISSARIO SALVATORE CACCAMO

Scalea, giornata mondiale sull' autismo: Caloprese si colora di blu
Scalea, giornata mondiale sull’ autismo: Caloprese si colora di blu

TORTORA

Il Comune di Tortora ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Autismo, sancita dalle Nazioni Unite.

Oggi, Piazza Stella Maris, Corso Aldo Moro, Piazza Lanzino e il Monumento ai Caduti e Piazza Nicolino Mariano, saranno illuminati da una luce blu, simbolo della manifestazione a livello mondiale. “Abbiamo deciso, come Amministrazione comunale, – ha sottolineato l’assessore al Turismo Biagio Praino – di aderire per il secondo anno consecutivo a questo evento, perché crediamo nella sua valenza informativa e divulgativa. Ci sono tanti genitori che combattono ogni giorno contro molti ostacoli per poter garantire ai propri figli una vita “normale”. Crediamo sia necessario divulgare le informazioni circa l’autismo e le iniziative portate avanti da tutti coloro che vogliano dare un sostegno a questa causa”. L’Associazione “Dimmi A…” Onlus, formata da un gruppo di genitori con figli affetti da autismo, si è fatta promotrice e organizzatrice di diverse iniziative sul territorio, per raccogliere fondi per la realizzazione di numerosi progetti. L’associazione, nata nel settembre 2012, ha come scopo quello di cercare di migliorare il futuro di ragazzi con bisogni speciali e disturbi dello spettro autistico. L’autismo associato o non a delle cause organiche, è riconoscibile dai sintomi che impediscono o pongono delle serie difficoltà al bambino nel suo processo di entrata nel linguaggio, nella comunicazione e nel vincolo sociale.

PRAIA A MARE

Praia a Mare illuminerà di blu il Santuario della Madonna della Grotta in contemporanea con le maggiori città italiane e straniere. “Abbiamo voluto – hanno detto gli organizzatori – nel nostro piccolo, essere presenti per accendere, assieme agli altri, i riflettori sull’Autismo, definito la “malattia del mistero” che, come dicono gli esperti, compare nei primi anni di vita, blocca lo sviluppo del linguaggio e la capacità di entrare in relazione con gli altri. Su questo argomento dobbiamo registrare, purtroppo, una grave carenza sul piano della conoscenza della patologia, dell’informazione, della formazione e della diagnosi precoce”. E’ importante che se ne parli per sensibilizzare l’opinione pubblica e per comprendere anche il dramma che vivono tante famiglie che, spesso, si trovano ad operare senza adeguati sostegni da parte delle Istituzioni che dovrebbero tutelarle. Solo attivando un’azione sinergica di comprensione e di impegno comune, si possano creare condizioni di vita migliori a quanti vivono la disabilità direttamente o indirettamente. Ma c’è bisogno anche di strutture adeguate e specialisti che seguano i bambini autistici e diano alle famiglie quelle necessari indicazioni per poter essere di effettivo aiuto ai propri figli, non lasciando niente all’improvvisazione.

lo spot realizzato con le mamme di Scalea lo scorso anno

 

Giornata dedicata all'Autismo
Giornata dedicata all’Autismo, intervista alle mamme di Dimmi A..

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *