Sei il mio angelo ed il tuo autismo è la mia vita.

… Quando sei nato e ti ho visto per la prima volta ho subito detto “ok ! respira, piange, ha le braccia, le gambe….. è sano” poi a 18 mesi la notizia più feroce, il tuo autismo.

Avevo paura di vivere con un figlio esistente ma assente, che forse mai avrebbe detto mamma, che forse mai avrebbe giocato, mai avrebbe scritto, mai mi avrebbe abbracciata, che viveva in un mondo lontano dal mio.

Ma ho imparato ad entrare nel tuo, a pensare “autistico”, a rispettare il tuo modo speciale di essere.

Oggi ti guardo con gioia e soddisfazione, hai fatto tanti progressi, sei ancora “strano” ma sei il mio angelo ed il tuo autismo è la mia vita.

Mamma di Gabriele01

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *